Si parte. Nelle prossime ore avranno il via i primi passi. Tutto ciò succede in un momento particolare, nel quale l’epidemia da coronavirus si estende e si moltiplicano le ipotesi di un ulteriore allungamento delle misure di contenimento fin qui intraprese in tutta Italia.

E’ fondamentale che TUTTI si attengano alle rigide disposizioni indicate, ma soprattutto è fondamentale il BUON SENSO.

Dove nasce l’idea?

L’idea nasce a Cervere (CN). Le prime passeggiate inizieranno nella campagna attorno al paese, con l’obiettivo di lanciare un messaggio di carica e ottimismo verso tutte le zone a rischio.

Ma dove nasce l’idea non è importante: siamo soltanto il “paziente zero” di questa cura. La cosa importante è che l’ottimismo della ragione si propaghi rapidamente, che possa fungere da ostacolo al virus, che possa aiutare tutti a riflettere sul da farsi nelle settimane a venire.

Regole di buon senso

Inutile portare i bambini a giocare assieme al parco giochi quando con la chiusura delle scuole si sta cercando di limitare i contatti; inutile assembrarsi al supermercato quando l’ordine è quello di evitare assembramenti; inutile organizzare cene tra amici quando il consiglio è quello di rimanere quanto più possibile soli o semplicemente con la propria famiglia.

Usiamo il buon senso. Questo vogliamo fare con l’iniziativa #passodopopasso: regalare un’ora di relax e riflessione, nel quale ognuno (da solo o in famiglia) può dimostrare quanto un gesto responsabile sia semplice e importante allo stesso tempo.

#passodopopasso: si parte!

Si parte, quindi. Spargete la voce. Moltiplicate il contagio positivo. Fate in modo che in tutta Italia si guardi positivamente al futuro, ma senza dimenticare la serietà del momento. Regaliamo ai bimbi un’ora d’aria, ma sia questa l’occasione per ricordarci di lavare le mani, evitare contatti, aggirare gli assembramenti e fare tutto quanto possibile per escludere occasioni di contagio.

Quando saremo fuori da tutto ciò potremo dire che… è stata una passeggiata!